A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i pi¨ piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L'OMICIDIO COMPIUTO DA PIETRO DE' MEDICI 
 
Cosa significava essere un de' Medici nel Cinquecento lo racconta bene la storia di Pietro de'Medici (1554-1604), figlio di Cosimo I, Granduca di Toscana e di Eleonora di Toledo, il quale uccise la moglie, Leonora di Toledo, figlia del fratello di sua madre e la pass˛ tranquillamente liscia.  
Pietro aveva un carattere violento e si fece una fama di persona viziosa e dissipatrice, difatti non esiste un solo cartaceo che parlasse bene di lui anche se i suoi parenti lo proteggevano per salvare l'onore della famiglia. Egli trascur˛ sempre la giovane moglie per frequentare meretrici, tuttavia quando lei trov˛ conforto nell'amicizia di Bernardo Antiori, and˛ su tutte le furie e la strangol˛ con un ôasciugatoioö come riferiscono le cronache del tempo. L'amico di Leonora finý in carcere senza nessun motivo e in quel posto morý misteriosamente, fatto questo che testimonia come chi aveva il potere a Firenze (Cosimo I aveva abdicato in favore del primogenito Francesco I) lo coprisse in ogni occasione. Per calmare le chiacchiere per˛ Pietro venne spedito in Spagna dove continu˛ a sperperare denaro e a comportarsi da uomo crudele quale era; lý potÚ uccidere ancora chi voleva, ma per quanto riguardava il denaro la faccenda cambi˛, infatti la sua potente famiglia dopo lo lasci˛ al verde e lui morý pieno di debiti. 
 
(FAGR 5-9-16)
Pietro de' Medici 
 
(di Santi di Tito)