STORIA OMNIA 
RIVISTA DI STORIA ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
PARENTI SERPENTI 
 
La politica dei matrimoni applicata dalle case regnanti europee per garantire la pace funzionò, ma di certo non sempre. I Savoia governanti del regno di Sardegna ad esempio, pur essendo imparentati con i Borboni sul trono delle Due Sicilie non esitarono a tradirli per creare il Regno d'Italia, così come tradirono anche gli Asburgo-Lorena, altri loro parenti, muovendogli guerra per estendere ancora di più i loro territori.  
Decisamente i rapporti tra parenti non erano sempre affettuosi nella famiglia Savoia e l'ultimo re delle Due Sicilie, Francesco II di Borbone, se ne rese ben conto quando venne detronizzato dal cugino Vittorio Emanuele II, soprannominato anche il "re galantuomo".  
La madre di Francesco era Maria Cristina di Savoia, figlia di Vittorio Emanuele I e di certo questa principessa quando venne data in sposa a Ferdinando II di Borbone, padre di Francesco II, un voltafaccia del genere non se lo sarebbe mai aspettato. Lo stesso comportamento  da parente serpente ebbe anche Vittorio Emanuele III (re d'Italia dal 1900 al 1947) nei confronti di Francesco Giuseppe degli Asburgo-Lorena, re d'Austria, eppure i due sovrani erano legati dai matrimoni di Maria Adelaide Asburgo-Lorena (1822-1855) con Vittorio Emanuele II di Savoia (madre di Umberto I di Savoia, padre di Vittorio Emanuele III) e anche da quello precedente di Maria Teresa Asburgo Lorena (1801-1855), sposata a Carlo Alberto di Savoia, padre di Vittorio Emanuele II, tuttavia come si sa, la Prima guerra mondiale scoppiò ugualmente con i due cugini su fronti opposti.  
Le discordie familiari di questi regnanti costituirono una fortuna per gli italiani? Solo il cielo lo sa. 
 
(FAGR 8-11-16)
Francesco II di Borbone 
 
(di Anonimo)